Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Basilicata on the road

Craco, Maratea, Policoro e altre bellezze
Itinerari di viaggio, escursionismo, kayak e vela in Italia e nel mondo

Sulla Basilicata abbiamo già dedicato articoli a Matera e alle Dolomiti Lucane, ma per completare un magnifico itinerario di viaggio nella regione bisogna assolutamente visitare anche le destinazioni descritte in questa pagina. Iniziamo dalla città fantasma di Craco.

Craco, Basilicata
Due asini a Craco
Situata a circa un'ora di macchina da Matera (e altrettanto, in direzione opposta, da Castelmezzano), questa cittadina abbandonata è veramente scenografica. Per visitarla, è necessario partecipare a un tour guidato (15 euro a testa, nel 2020, con ricevuta da 5 euro (magari c'è un motivo, non so)). Le pericolanti case diroccate furono evacuate negli anni Ottanta a causa dei movimento franosi della collina.
Craco, Basilicata
Le rovine di Craco
La storia di Craco è in realtà davvero interessantissima, una storia di errori, avidità e sprechi di denaro pubblico. La bellissima e panoramica cittadella, infatti, nel Novecento si era estesa troppo; in più era stato costruito malamente un acquedotto e, in più, nel tentativo di rimediare ai primi movimenti franosi, era stato installato un gigantesco muraglione contenitivo di cemento che si era crepato qualche giorno dopo l'inaugurazione. Tutto ciò aveva portato all'evacuazione coatta della città.
Craco, Basilicata
La chiesa di Craco
Le case abbandonate (solo qualche mulo vi abita) erano anche state vittima di saccheggi, e lasciare la città per le case popolari costruite ai piedi della collina dev'essere stato davvero spiacevole per gli abitanti...

Oggi, però, Craco è una meta turistica spettacolare, perché camminare tra le case e i ruderi e sentire la storia della città è davvero un'esperienza emozionante.
Craco, Basilicata
Il castello di Craco
Da Craco paese è possibile vedere le brulle piane dell'interno della Basilicata e soprattutto una serie di interessanti calanchi, cioè delle scosesi pareti franose che danno vita a tanti piccoli canyon. Il luogo più affascinante dove ammirare questi calanchi è probabilmente la poco lontana Montalbano Jonico. Il paese, davvero caratteristico, ha un centro storico in collina fatto di case bianche.
Montalbano Jonico, Basilicata
Montalbano Jonico
Anche qui, alcune delle case più vicine al limitare della collina, dove ci sono i calanchi, sono state evacuate per il rischio frane (mentre altre sono sorrette da un gigantesco muro di cemento contenitivo, in questo caso ben costruito). I calanchi possono essere ammirati dall'alto e attraversati con dei sentieri segnalati.
Calanchi di Montalbano Jonico, Basilicata
I calanchi visti da Montalbano Jonico
Montalbano Jonico è piuttosto vicina alla costa ionica della Basilicata (come intuibile dal nome!). Per continuare questo itinerario di viaggio nella regione, si può quindi arrivare a Policoro.

Se volete lunghissimi tratti di spiaggia tutti per voi, Policoro, e in particolare la zona della Riserva WWF di Bosco Pantano, è il posto giusto. Qua la spiaggia è infinita (appena camminate un po', vi trovate da soli, anche ad agosto), ideale per stare in pace, passeggiare e giocare.
La spiaggia di Policoro, Basilicata
La spiaggia di Policoro/figcaption>
Alle spalle della lunga spiaggia di Policoro c'è una vegetazione particolare protetta dalla riserva di Bosco Pantano, che nel periodo delle piogge diventa paludosa e permette di ammirare flora e fauna particolari (al centro WWF vi possono anche spiegare tutto sulla nascita della tartarughe).
Se la Costa Ionica è piatta, quella Tirrenica, in Basilicata, è invece fatta di scogliere a cui s'intervallano spiagge dall'acqua cristallina. La località principale del breve tratto di costa tirrenico lucano è ovviamente Maratea.
Calanchi di Montalbano Jonico, Basilicata
La statua del Cristo a Maratea
Maratea paese e il suo centro storico sono in realtà in collina, mentre sul mare c'è Marina di Maratea. Il centro storico coi suoi vicoli e le sue chiese è davvero affascinante e in alto, in un punto panoramico, svetta l'enorme statua del Cristo Redentore, sul modello di quella di Rio de Janeiro.
Non lontano da Maratea, sempre nell'interno, c'è un altro paese scenografico, Rivello.
Rivello, Basilicata
Rivello
Altre mete interessanti per un itinerario di viaggio on the road (e anche un po' coast to coast) in Basilicata sono, più a nord, i laghi di Monticchio e le valli del Vulture, ricche di vigneti e paesi appollaiati in collina, e più a sud il parco del Pollino, condiviso con la Calabria, con montagne, fiumi e canyon.
Insomma, ricordandosi sempre delle già menzionate Matera e Castelmezzano, la Basilicata merita parecchi giorni di vacanza e regala gioie incommensurabili, quindi... buone gite!!

Cliccate qui per altre gite in Basilicata e informazioni di viaggio sulla regione.
Se vi piacciono le attività all'aria aperta e i viaggi avventurosi o se volete trovare altre foto di questa e altre destinazioni, oltre che consigli e nuovi itinerari, visitate la nostra pagina FB e mettete mi piace:

Contatta info@wildtrips.net per domande su un itinerario, suggerimenti su un diario di viaggio, collaborazioni o per organizzare gite in mare in Liguria.
Mappa del sito - Privacy