Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

PORTOFINO IN CANOA

Itinerari in kayak lungo scogliere selvagge e splendide cittadine sul mare
Itinerari di viaggio, escursionismo, kayak e vela in Italia e nel mondo

Visitare il promontorio di Portofino in canoa è un'esperienza davvero imperdibile, perché permette di scoprirne tutti i particolari più affascinanti. Le mete principali di una gita in kayak o in Stand Up Paddle nell'Area Marina Protetta sono Camogli, San Fruttuoso e Paraggi, oltre ovviamente a Portofino e a tutta la spettacolare natura nel mezzo. Tuttavia, la costa merita una pagaiata anche oltre il Parco di Portofino, sia verso Genova che verso Chiavari.
Qua sotto la cartina di questa parte della Liguria e la descrizione degli itinerari in canoa lungo il litorale. Scriveteci a info@wildtrips.net o visitate il sito www.catchiavari.it per info e prenotazioni di gite organizzate in kayak o in SUP.
Un consiglio su come visitare questo tratto di costa ligure: oltre al normale kayak anche la canoa e il SUP gonfiabile sono ottime soluzioni: si può infatti pagaiare in una direzione da una stazione ferroviaria all'altra, sgonfiando quindi la canoa e tornando indietro comodamente in treno (ovviamente si può fare lo stesso con un kayak rigido, ma uno del gruppo deve tornare in treno a prendere l'auto sul cui tetto caricare le canoe). Attenzione perché le distanze sulla cartina sono in linea retta, mentre è normale (anzi, raccomandatissimo) seguire col kayak o con lo Stand Up Paddle le sinuosità della costa ligure con le sue baie e i suoi scogli.

Kayak a Portofino, Liguria
Kayak in Liguria: da Genova Nervi a Chiavari passando per Portofino; cartina e distanze

Kayak a Recco, Liguria Genova Nervi - Camogli
Questo primo itinerario lungocosta regala continue sorprese. I bar sul mare di Genova Nervi sono un godereccio punto di partenza (o di arrivo: per chi viaggia con la canoa / il SUP gonfiabile, la stazione di Genova Nervi, affacciata sugli scogli, è comodissima). Poi, pagaiando verso est, si incontrano scogliere, pinete, villette e piccoli castelli a picco sul mare. Insomma, pur essendo una gita in canoa nella natura, non mancano gli spunti architettonici!
Prima di arrivare a Camogli, si incontrano alcuni paesi tipicamente liguri come Bogliasco e Sori. Arrivati a Recco, si può mangiare un pezzo di focaccia al formaggio o continuare in kayak fino alla bellissima Camogli (in questo tratto, tra una scogliera e l'altra, si apre anche una buia grotta piuttosto profonda).

Di Camogli bisogna visitare il porticciolo per poi pagaiare lungo il castello e la spiaggia alle cui spalle si innalzano i tipici palazzi liguri.
Per chi cerca un itinerario canoistico pieno di spunti d'interesse, che vadano oltre alla sola bellezza del paesaggio, questa tranquilla gita in kayak di una decina di km (più gli inevitabili zig-zag) da Genova Nervi a Camogli è un'ottima soluzione.
Kayak a Genova Nervi, Liguria
In canoa da Genova Nervi a Camogli, parcheggiati al bar
Kayak a Genova Nervi, Liguria
...e poi ville, scogli e vegetazione mediterranea

Kayak a Camogli, Liguria Camogli - San Fruttuoso
Con la splendida vista di Camogli nel cuore (o nella macchina fotografica), si può poi pagaiare sotto il promontorio di Portofino, ammirando il mare limpidissimo, le scogliere e la macchia mediterranea. S'incontrano alcune casette di pescatori e un minuscolo porticciolo con poche barchette e qualche rete da pesca prima di arrivare alla rocciosa Punta Chiappa. Da qui la costa diventa se possibile ancora più imponente: col kayak e il SUP si sfiorano pareti di conglomerato alte centinaia di metri. Si perde di vista Camogli e si ha solo natura davanti a sé. Nella prima baia profonda che s'incontra (Cala dell'Oro) è vietato l'ingresso a tutte le imbarcazioni incluse canoe e Stand Up Paddle (è la zona del Parco di Portofino con le maggiori limitazioni).
Si taglia dunque da un capo all'altro e s'incontra la baia successiva, quella di San Fruttuoso. Qui ci si può tuffare sopra il Cristo degli Abissi, la famosa statua poggiata sul fondo del mare. Nelle giornate di mare limpido - per fortuna frequenti - basta una maschera per ammirarla e non serve essere esperti di immersioni. Il Cristo degli Abissi si trova a circa 10 metri di profondità, sul lato destro della baia (guardando San Fruttuoso).
Ovviamente, la spiaggia su cui si affaccia l'abbazia di San Fruttuoso merita una sosta. A questo punto si può continuare in kayak verso Portofino o, se si è stanchi, sgonfiare la canoa o lo Stand Up Paddle gonfiabile e imbarcarsi su un traghetto per Camogli o Santa Margherita Ligure. I prezzi partono da 8 euro a testa. Se non c'è il pienone le canoe gonfiabili viaggiano gratis e devono essere accompagnate con affettuosa attenzione.
Kayak a San Fruttuoso, Liguria
In canoa da Camogli a San Fruttuoso, pagaiando nelle acque limpide dell'Area Marina Protetta di Portofino
Kayak a San Fruttuoso, Liguria
A San Fruttuoso si può concludere la canoata con una meritatissima birra per ritemprarsi dopo tanto pagaiare

Kayak a Portofino, Liguria San Fruttuoso - Santa Margherita Ligure
Pagaiando verso Portofino, dopo San Fruttuoso si costeggiano scogliere di conglomerato e pini marittimi che si sporgono sul mare. A un certo punto si scorgono, in alto, le prime ville e la chiesa di Portofino: qui alcuni tunnel scavati nella roccia attraversano il monte; se ne possono notare gli stretti ingressi dalla canoa, nella scogliera a pochi metri sul livello del mare. Tali incredibili gallerie non possono però essere attraversate a piedi, perché private.
Si passa quindi sotto il faro di Portofino, in posizione imponente. In canoa, si può entrare nella baia di Portofino e ormeggiare direttamente nella famosa piazzetta. Anche col SUP, prestando attenzione alle onde delle barche.

Non è il posto ideale per mangiare un gelato al bar - il rischio è di essere spennati - ma focacceria e gelateria da asporto hanno in fondo prezzi onesti, considerando che nei negozi per una maglietta si spendono trecento euro.
Riprendendo il kayak, si segue la costa toccando anche Paraggi fino a Santa Margherita Ligure. Questo itinerario è meno selvaggio di quello tra Camogli e Portofino ma comunque splendido e molto interessante. Santa Margherita Ligure è inoltre un ottimo punto di approdo, con la stazione a due passi dal mare per i possessori di canoa o Stand Up Paddle gonfiabile.
Kayak a Portofino, Liguria Kayak a Portofino, Liguria Kayak a Paraggi, Liguria
In canoa da San Fruttuoso a Santa Margherita Ligure, s'incontra non solo la pittoresca Portofino, ma anche imponenti scogliere e tunnel nella roccia
Kayak a Portofino, Liguria Kayak a Portofino, Liguria Kayak a Santa Margherita Ligure, Liguria
Santa Margherita Ligure è una cittadina molto comoda (e molto glamour) dove concludere l'itinerario in kayak

Kayak tra Chiavari e Zoagli, Liguria Santa Margherita Ligure - Chiavari
Tale tratto di costa può apparire all'inizio molto costruito, eppure offre degli angoli di natura veramente superbi.
Santa Margherita Ligure è una cittadina ben nota al turismo, ma già arrivando con la canoa a Prelo sembra di essere in un altro mondo: è una piccola spiaggia in fondo a una baia su cui si affacciano delle case caratteristiche e il parco della lussuosa villa dei Cavalieri di Malta. Qualcuno al bar, dopo qualche bicchiere di troppo, potrebbe dirvi che Prelo non è territorio ligure e neppure italiano... non è proprio così, ma solo l'idea affascina.
Dopo Prelo si incontra il paese di San Michele di Pagana, pittorescamente posizionato in fondo a una baietta boscosa. Col kayak è poi consigliabile saltare Rapallo, davvero troppo cementificata, e tagliare il golfo fino alle scogliere che s'innalzano subito dopo la città. Qua la natura torna padrona.

Il tratto di costa tra Rapallo e Zoagli è infatti un piacevole alternarsi di pareti rocciose e splendide villette a strapiombo sul mare.
La spiaggia di Zoagli può essere un buon approdo per una pausa, una birra ghiacciata, delle trofie al pesto, un sigaro e un whisky (o anche per alternative più salutari). Procedendo verso Chiavari, la costa offre un ambiente naturale fatto di scogliere a picco e macchia mediterranea. Si incontrano una spiaggetta e numerosi scogli prima di arrivare al Gruppo del Sale, dove un'ampia spiaggia raggiungibile soltanto via mare è contornata da pareti rocciose e pini marittimi.
Le ultime pagaiate portano a Chiavari, dove si può scegliere una delle spiagge oppure il porto (comodo per la stazione) come punto di arrivo.
Kayak a Zoagli, Liguria
Pagaiando tra Santa Margherita Ligure a Chiavari, la costa diventa particolarmente affascinante dopo Zoagli
Kayak a Zoagli, Liguria
Scogli, ville a picco sul mare e piccole grotte sono le protagoniste di questo tratto di costa

In conclusione...
Tutti questi itinerari lungo la costa della Liguria di Levante meritano visite approfondite. Ovviamente, un buon canoista con un kayak veloce potrebbe pagaiare da Nervi a Chiavari in una giornata sportivamente moooolto intensa, ma si perderebbe la possibilità di esplorare con calma baie, paesi, scogliere e spiagge. La canoa e lo Stand Up Paddle sono i mezzi ideali per ammirare la bellezza e le particolarità di ogni singola insenatura, quindi il consiglio è di fare più tappe per godere dei posti con gioiosa calma.
Una buona idea è spendere qualche giorno di più in zona: nel caso, cliccate qui per confrontare gli alberghi e trovare gli alloggi più convenienti. Per spendere meno bisogna ovviamente spostarsi nell'entroterra.
Se vi piacciono i viaggi selvaggi o se volete trovare altre foto di questa e altre destinazioni, oltre che consigli e nuovi itinerari, visitate la nostra pagina FB e mettete mi piace:

Potete trovare molte altre immagini (a risoluzione più alta) di tutte le gite in canoa in Liguria in questa fotogallery:
Foto Liguria in kayak
Tutte le foto della Liguria esplorata in kayak: le Cinque Terre, Portofino, Lerici, Bergeggi e molto altro

Contatta info@wildtrips.net per domande su un itinerario, suggerimenti su un diario di viaggio, collaborazioni o per organizzare gite in mare in Liguria.
Mappa del sito - Privacy