Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Trekking da Chiavari a Leivi

Un magnifico sentiero nel verde
Itinerari di viaggio, escursionismo, kayak e vela in Italia e nel mondo

Chiavari è una bella cittadina sul mare, ma sulle colline alle sue spalle si può godere della pace della campagna grazie a splendidi sentieri nel verde. L'itinerario escursionistico delle Cinque Torri è ad anello e permette di raggiungere la panoramica Leivi incontrando alcune pittoresche torri e cappellette, oltre a tanti uliveti. E' una passeggiata facile ma abbastanza lunga e che ben si collega con altri percorsi sulla Riviera Ligure, come quelli per Montallegro e per Zoagli.

Sentiero delle Cinque Torri a Chiavari
Chiavari vista dalla prima parte del sentiero delle Cinque Torri
La partenza dell'itinerario è proprio dal centro di Chiavari, da dove alcune scalinate pedonali portano al castello e alla circonvallazione. Queste stradine continuano salendo verso Ri Alto e poi il Curlo.
Chiesa di Ri Alto e uliveto
La Chiesa di Ri Alto, sopra Chiavari, vista attraverso un uliveto
Si possono prendere diverse "creuze" in questa prima parte del percorso. Quella segnata dai cartelli segue Via Ri Alto, la poco trafficata strada che sale verso il comune di Leivi: in alcuni punti si cammina proprio lungo la strada asfaltata, in altri si taglia su scalinate pedonali. Il mio consiglio però è di passare dalla Chiesa di San Michele di Ri Alto: alla sua destra infatti scende una scalinata che passa sotto un arco. Subito dopo l'arco un sentiero sulla sinistra s'inoltra tra boschi e uliveti, permettendo di salire verso Leivi evitando la strada.
Sentiero tra Ri Alto e Leivi
Sul sentiero tra Ri Alto e Leivi
Con questo itinerario alternativo si arriva così in pace al Curlo, dove ci si ricongiunge all'itinerario ufficiale delle Cinque Torri, segnato da simbolo rosso con due strisce orizzontali e una di traverso (il simbolo del "disuguale" in matematica).
Panorama da Curlo, Leivi
Panorama da urlo a Curlo, all'inizio di Leivi
Qua s'incrocia una strada asfaltata secondaria, che si abbandona presto seguendo le indicazioni che portano alla Chiesa di San Michele (a quanto pare il santo preferito di questa prima parte del percorso :) questa vecchia cappelletta è proprio pittoresca).
La Chiesa di San Michele a Leivi
La Chiesa di San Michele a Leivi

Superata le vecchie case, il percorso si biforca, anzi triforca: cambia poco, ma visto che il sentiero si chiama delle Cinque Torri consiglio di prendere il sentiero più a destra, che passa nel bosco e porta a vedere un castello, che oggigiorno è proprietà privata.
Castello a Leivi
Un castello a Leivi lungo il sentiero delle Cinque Torri
Continuando nel bosco, ci si ricongiunge presto (nei pressi di un convento) agli altri sentieri da cui ci si era separati a San Michele e si arriva poco dopo alla Chiesa di San Bartolomeo di Leivi, dopo circa cinque chilometri di cammino e 260 metri di dislivello da Chiavari. La Chiesa di San Bartolomeo si affaccia su una piazza e anche sulla strada principale che fa il giro della collina di Leivi. Qui trovate anche un negozietto, un ristorante e un campo da bocce, nel caso vogliate praticare questo bel gioco oppure ascoltare le imprecazioni dei giocatori del posto.
Dal parcheggio di San Bartolomeo, le indicazioni per l'itinerario delle Cinque Torri portano in una stradina secondaria sulla destra. Seguendola, ci si inoltra poi nel bosco.
Sentiero a Leivi
Panorama da Leivi verso Chiavari
In questa parte dell'itinerario bisogna sempre stare attenti a seguire il simbolo dell'itinerario delle Cinque Torri, perché il sentiero incrocia diverse stradine. Tenete a mente che lo scopo è continuare sulla parte più alta della collina di Leivi, seguendone la morbida cresta. A un certo punto si passa alle spalle della Chiesa di San Rufino, che si può raggiungere per vedere il panorama e la torre di San Rufino.
Torre di San Rufino, Leivi
La torre di San Rufino su una verde collina

Dalla Chiesa di San Rufino una scalinata scende fino a Chiavari, per chi vuole abbreviare il percorso. Per continuare invece il percorso delle Cinque Torri, si ritorna sul sentiero e si prosegue fino a un bel prato panoramico, con vista sul Golfo del Tigullio.
Prato e sentiero a Leivi
Un prato lungo il sentiero e la Chiesa di San Rufino
Si prosegue nel bosco fino a quando si incrocia la strada asfaltata su cui bisogna camminare per alcune centinaia di metri fino al Bocco di Leivi. Dal Bocco una stradina secondaria va in direzione San Lorenzo. Dopo alcune centinaia di metri, un cartello indica chiaramente la deviazione sulla sinistra del sentiero delle Cinque Torri. E' una stradina sterrata che passa davanti alla panoramica cappella di San Lorenzo.
Chiesa di San Lorenzo a Leivi
La Chiesa di San Lorenzo
Si è di nuovo in un bel bosco, davvero rigoglioso in primavera, a circa 300 metri di quota - il punto più alto dell'itinerario. La stradina sterrata diventa poi un sentiero quando inizia a scendere verso Chiavari.
La collina di Leivi
Panorama dal sentiero sulla collina di Leivi
Si continua a scendere verso Maxena, una frazione di Chiavari, a cui si arriva inoltrandosi in begli uliveti panoramici. Si passa dalla Chiesa di Maxena, poi, lungo un sentiero e quindi una scalinata, si arriva a Sampierdicanne, a venti minuti di cammino in città dal centro di Chiavari. In tutto, il percorso ad anello è lungo circa 14 chilometri - una bella giornata piena di cammino.
Uliveti a Maxena tra Leivi e Chiavari Uliveti a Maxena tra Leivi e Chiavari
Scendendo a Maxena tra gli uliveti lungo il sentiero delle Cinque Torri, fino a Chiavari
Lungo la discesa da San Lorenzo a Maxena, s'incontrano però altri sentieri. In particolare, si può deviare verso la frazione di Campodonico. (Un'alternativa è anche prendere il sentiero che porta all'Anchetta e a Montallegro). Arrivando a Campodonico si prosegue poi su una serie di panoramici terrazzamenti che permettono di ricongiungerci con l'itinerario tra Chiavari e Zoagli qui descritto. Così, col sentiero delle Grazie, si può arrivare in modo spettacolare anche sulla passeggiata a mare di Chiavari, e chiudere l'anello allungando un po' ma godendo altri bei panorami.
Sentiero Chiavari Leivi
Lungo il sentiero tra Leivi e Chiavari
Questo itinerario è uno dei tanti sentieri tra Genova e la Toscana, tutti percorsi e tutti descritti a questa pagina sul trekking in Liguria. Per percorrere l'intera Riviera da ovest a est, la tappa successiva porta da Chiavari a Lavagna e Sestri Levante.
Cartina dei sentieri sul mare tra Chiavari e Portofino
Questa cartina di Google Maps può aiutare a localizzare il sentiero:) Cliccandoci, accedete all'album con mappe e foto

Buona gita!

Se vi piacciono le attività all'aria aperta e i viaggi avventurosi o se volete trovare altre foto di questa e altre destinazioni, oltre che consigli e nuovi itinerari, visitate la nostra pagina FB e mettete mi piace:

Contatta info@wildtrips.net per domande su un itinerario, suggerimenti su un diario di viaggio, collaborazioni o per organizzare gite in mare in Liguria.
Mappa del sito - Privacy