Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Koh Kood, Thailandia

Spiagge bianche, palme, acqua cristallina, giungla e pescatori
Itinerari di viaggio, escursionismo, kayak e vela in Italia e nel mondo
In questa pagina presentiamo la meravigliosa Koh Kood, descrivendo cosa vedere, quando andare, l'itinerario di viaggio... insomma, tutte le informazioni per godersi una vacanza in questo paradiso.

Cosa vedere a Koh Kood

Koh Kood, o Ko Kut, è una delle isole più grandi della Thailandia, si trova nel golfo del Siam, ed è semplicemente perfetta sia per una vacanza di relax in spiaggia, sia per un viaggio più avventuroso per chi ha voglia di esplorare un paradiso tropicale. Infatti, ci si può rilassare sulla sabbia bianca o partire in canoa per esplorare la costa, ci si può fermare in un resort turistico, oppure girare in motorino alla ricerca di spiagge deserte e villaggi di pescatori, e si può pure fare trekking nella giungla fino a delle pittoresche cascate. Gite di immersioni, snorkeling e pesca completano le gioie di un viaggio a Koh Kood!

Spiaggia di Koh Kood
Una spiaggia deserta a Koh Kood

Quando andare in vacanza in Koh Kood

La stagione secca a Koh Kood va da fine novembre a inizio maggio e anche nei mesi più "freddi" di dicembre e gennaio ci sono 30 gradi e l'acqua è a 27-28, sicché si possono fare tranquillamente bagni tutto il giorno per la gioia di viaggiatori e bambini del posto. Stranamente, anche nelle vacanze di Natale non c'è affollamento di turisti. Settembre e ottobre sono invece i mesi da evitare per le piogge intense.

Spiaggia di Bang Bao a Koh Kood
Bang Bao Beach, una spiaggia turistica ma comunque tranquilla di Koh Kood

Quanto costa viaggiare a Koh Kood

Rispetto al resto della Thailandia, Koh Kood si colloca sicuramente tra le isole più costose per i turisti, ma tutto è relativo, ovviamente. Se infatti i resort in alta stagione possono chiedervi 80 euro per una doppia (o anche 5000 euro a notte nel resort più lussuoso!!!) nelle guesthouse e negli homestay nei villaggi di pescatori potete trovare cifre attorno ai 20 euro a notte. I ristoranti più caratteristici vi riempiranno di pesce fresco e crostacei per massimo massimo 10 euro a testa. Il noleggio scooter va da 200 a 350 baht al giorno (6-10 euro) e il noleggio kayak tra i 50 e i 150 baht all'ora.

Cascata di Klong Chao a Koh Kood
Tuffandosi stile Tarzan nella cascata di Klong Chao

Come muoversi a Koh Kood

Anzitutto, per arrivare sull'isola bisogna prendere un traghetto dal molo di Laem Sok, vicino a Trat (prezzo tra i 350 e i 600 baht). Per arrivare a Trat ci sono i pullman (o anche l'aereo). All'andata noi siamo andati a Trat con un pullman da Siem Reap, in Cambogia, mentre il nostro "ritorno" da Koh Kood a Bangkok è stato tutto organizzato tramite Boonsiri, che offre la combinazione traghetto più pullman a prezzi onesti.
Una volta arrivati al proprio hotel / resort / guesthouse, ci si può muovere in scooter (o in kayak!), mentre non si possono noleggiare auto né ci si può affidare ai trasporti pubblici. Non c'è traffico (i traghetti per Koh Kood portano solo persone) quindi girare in motorino è un piacere.
Villaggio di pescatori di Ao Yai, Koh Kood
Villaggio di pescatori di Ao Yai

Itinerario di viaggio a Koh Kood

Partendo da un sintetico racconto della nostra vacanza di 5 giorni a Koh Kood, presento qui le spiagge e i posti più belli, aggiungendo anche consigli e informazioni utili.
Il nostro alloggio era nel nord, ad Ao Salat, il villaggio di pescatori dove arrivano i traghetti: paesino davvero pittoresco, ma dove è necessario noleggiare lo scooter per andare sulle splendide spiagge del centro-sud dell'isola (in un quarto d'ora si giunge alle prime paradisiache distese di sabbia bianca).
Vegetazione di Koh Kood
Vegetazione lussureggiante sul mare vicino ad Ao Salat
Siccome nella nostra vacanza di 5 giorni a Koh Kood abbiamo visitato quasi tutte le spiagge (Koh Kood ne è piena, ma comunque è lunga solo 25 km), ho creato una piccola mappa per mostrare i punti da visitare sia in scooter che in kayak. E'una carta molto semplice (e per navigare magari usate direttamente Google Maps!), ma sarà utile per capire quanto scrivo sotto al riguardo delle spiagge più frequentate e di quelle dove invece eravamo soli e felici!
Mappa turistica di Koh Kood
Mappa turistica di Koh kood
Anzitutto, le spiagge turistiche e raggiungibili dalla strada che percorre l'isola sono tutte sulla costa ovest. Le tre principali sono Bao Bang, Klong Chao e Ao Tapao. Bao Bang è una splendida baia con sabbia bianca, palme e qualche bar; lungo il promontorio roccioso a nord si può nuotare ammirando delle belle formazioni coralline, pesci pappagallo e altra fauna ittica.
Spiaggia di Bang Bao a Koh Kood
Bang Bao
Al centro della grande baia di Klong Chao c'è una lunga spiaggia, abbastanza frequentata ma comunque bellissima. A nord di questa, si può raggiungere a nuoto una deliziosa isoletta sabbiosa alla foce del fiume: qui l'acqua è incredibilmente trasparente!!
Spiaggia di Klong Chao a Koh Kood
L'acqua da sogno a Klong Chao

A sud della spiaggiona di Klong Chao c'è invece un promontorio roccioso attorno a cui abbiamo nuotato a lungo ammirando i pesci e il panorama e arrivando poi alla spiaggia semi-deserta di un resort. Tutte le spiagge della Thailandia sono infatti a libero accesso per legge, quindi nessuno vi dirà niente se nel corso della vostra vacanza piomberete a nuoto su una qualsiasi spiaggia.
Spiaggia di Klong Chao a Koh Kood
Il promontorio della baia di Klong Chao lungo cui abbiamo nuotato
La spiaggia di Ao Tapao è lunghissima, con una parte con qualche bar e una parte selvaggia, insomma va bene per turisti e viaggiatori di ogni gusto. L'acqua qui ci è sembrata un pochino meno idilliaca, ma è un posto perfetto per ammirare il tramonto con un cocktail oppure in pace sotto una palma.
Spiaggia di Ao Tapao a Koh Kood
Tramonto sulla spiaggia di Ao Tapao
Un'altra lunghissima spiaggia turistica è quella di Ao Phrao, a sud: per percorrerla tutta a piedi ci vorrà mezz'ora! Ci sono alcuni bar/resort e, in un angolo, un villaggetto di pescatori, ma per il resto è una distesa di sabbia praticamente vuota. A parte la lunghezza è secondo me un po' meno affascinante delle altre, ma vale la pena farci una visita. Nella zona sud di Koh Kood ci sono altre spiagge carine, che noi abbiano raggiunto in kayak ma possono essere visitate anche in scooter.
Spiaggia di Ao Tapao a Koh Kood
Una spiaggia raggiunta in kayak partendo da Ao Phrao
Nel corso della nostra vacanza infatti abbiamo percorso tre itinerari in kayak: uno da Ao Phrao verso est fino al promontorio a sud di Bang Bao, uno dal villaggio di Klong Mard alla North Beach, e uno da Ao Salat a quella che nella mappa ho chiamato "Spiaggia Segreta", perché in effetti non ha un nome noto.
Quest'ultimo percorso è affascinante per la vegetazione e perché non s'incontra davvero nessuno!! Massimo massimo un pescatore. La Spiaggia Segreta non può che essere deserta, ma le correnti ci portano un po' di plastica.
Spiaggia di Ao Tapao a Koh Kood
Una spiaggia segreta a Koh Kood
L'interario in kayak più bello però è stato per noi quello dal villaggio di pescatori di Klong Mard alla North Beach, con cui abbiamo raggiunto senza troppa fatica delle lingue di sabbia completamente deserte e davvero da sogno, tra cui queste in foto.
Spiaggia a Koh Kood Spiaggia a Koh Kood
Spiagge a Koh Kood
Abbiamo poi fatto un giro in kayak attorno all'isoletta di Ko Raet, dove ci sono un allevamento di pesci giganteschi, tipo squaletti, e delle sculture immerse in acqua piene di coralli, dove fare snorkeling.
Coralli a Koh Raet
I coralli cresciuti sul dorso della statua di un elefante a Koh Raet
Ma la spiaggia più bella non solo di questo itinerario, ma di tutta la nostra vacanza, è stata la meta finale, la North Beach, perfetta e deserta. Prima di arrivarci siamo passati davanti a un resort da 5000 euro a notte (senza saperlo, avevamo provato a entrare per andare al bar, ma per fortuna non ce l'hanno permesso, risparmiandoci di fuggire una volta visti i prezzi!). Si trova a un lato di una grande, meravigliosa baia chiusa anche dall'isola di Ko Mai Si e sul fondo di questa baia c'è la North Beach, che una volta era una spiaggia distaccata del megaresort, poi abbandonata perché non raggiungibile via terra (se ho ben capito). Comunque, era fantastica!
North Beach a Koh Kood
La "North Beach" raggiunta in kayak, la spiaggia più bella di Koh Kood
Ognuno dei nostri tre itinerari in kayak è stato tra i 12 e i 15 chilometri di lunghezza totale, distanza percorribile in mezza giornata abbastanza tranquillamente, con numerosi bagni e un po' di brevi pause relax. Chi è meno sportivo può prendersi più tempo o percorrere distanze un po' più brevi.
Come già anticipato, a Koh Kood c'è altro oltre alle spiagge, e i viaggiatori in genere apprezzano molto le sue cascate nella giungla. La più bella è la cascata di Klong Chao, che forma un selvaggio laghetto in cui tuffarsi e rinfrescarsi.
Cascata di Klong Chao a Koh Kood
La cascata di Klong Chao
Nella stagione secca le altre cascate hanno poca acqua, quindi meritano meno, mentre nella stagione delle piogge offrono dei posti selvaggi dove tuffarsi.

Altre destinazioni da visitare a Koh Kood sono i pittoreschi villaggi di pescatori. Oltre al già menzionato Ao Salat a nord, c'è, a sud, lo splendido villaggio di palafitte di Ao Yai, dove magari scoppiarsi di pesce fresco e crostacei.
Villaggio di pescatori di Ao Yai a Koh Kood
Villaggio di pescatori di Ao Yai
Per chi si stanca di stare a Koh Kood, una gita in barca di snorkeling può essere un modo valido per visitare un'altra isola. I coralli più belli e i pesci più numerosi sono a Koh Rang, parco marino a un'ora di barca a motore da Koh Kood. Qui lo snorkeling non è alla pari del Mar Rosso o di certi paradisi caraibici, ma è comunque molto molto affascinante.
Snorkeling sui coralli a Koh Rang
Snorkeling sui coralli a Koh Rang (questi coraggiosi pesciolini mi fissavano con arroganza appena mi avvicinavo)
Insomma, Koh Kood è un'isola da esplorare e scoprire, un paradiso per il viaggiatore attivo così come per il turista desideroso di relax. Chi voglia fare ancora mare, può poi andare a visitare la vicina Koh Chang, più grande ma meno dotata di spiagge da sogno. Altrimenti, potete unire la goduria di Koh Kood a un viaggio a Bangkok e nella Thailandia centrale oppure nella vicina Cambogia!!

Se vi piacciono questi viaggi selvaggi o se volete trovare altre foto di questa e altre destinazioni, oltre che consigli e nuovi itinerari, visitate la nostra pagina FB e mettete mi piace:

Cliccate qui per accedere a tutti i diari di viaggio.

Contatta info@wildtrips.net per domande su un itinerario, suggerimenti su un diario di viaggio, collaborazioni o per organizzare gite in mare in Liguria.
Mappa del sito - Privacy