Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Varzi e i calanchi

Il paesaggio lunare di Nivione sui sentieri
Itinerari di viaggio, escursionismo, kayak e vela in Italia e nel mondo

Il borgo medievale di Varzi, nell'Oltrepo Pavese, è un posto piacevole dove comprare il salame di Varzi (a km 0!) e fare una gita, camminando anche su bei sentieri tra le colline, in particolare verso i sorprendenti calanchi di Nivione.

Il borgo di Varzi
Il borgo di Varzi
Da Varzi partono diversi itinerari escursionistici, tra cui il Sentiero dei Partigiani. Chi ha l'auto può in realtà spostarsi alla frazione di Ponte Crenna o direttamente a Nivione per avvicinarsi ai boschi più belli e ai calanchi, ma noi abbiamo optato per fare un anello partendo da Varzi, in parte illusi da alcuni indicazioni trovate su internet. Da Varzi a Ponte Crenna, infatti, non c'è un sentiero e si passa lungo la strada, a meno che non abbiate voglia di percorrere il greto del Torrente Staffora (fattibile a seconda della quantità d'acqua presente!).
Il torrente Staffora, Varzi
Il torrente Staffora passa da Varzi
Prima di arrivare a Ponte Crenna abbiamo guadato il torrente (a piedi nudi) e siamo saliti tra boschi e campi coltivati verso due minuscole e pittoresche frazioni fatte di case di pietra: Caposelva e Casa Bertella.
Caposelva, Varzi
Caposelva, Varzi
Qui il paesaggio è molto bucolico e ci sono parecchi castagni, noci e alberi da frutta.

Fino a Caposelva e a Casa Bertella si può arrivare lungo una stretta strada carrabile (non trafficata) o tagliando sui sentieri, mentre a Casa Bertella si abbandona definitivamente l'asfalto e dalla cima del paese ci si inoltra nel bosco su una malridotta sterrata.
Sentiero da Casa Bertella
Il sentiero dopo Casa Bertella
Seguendo questo itinerario si arriva così all'improvviso in cima a una collina oltre la quale non c'è più il bosco, ma una serie di strane formazioni, tipo ripidi canyon scavati nella terra grigia: sono i calanchi di Nivione.
Calanchi di Nivione Calanchi di Nivione
Calanchi di Nivione
Noi ci siamo arrivati in una giornata nebbiosa, che regalava al paesaggio grigio un'atmosfera ancora più tetra e affascinante. Camminando sui calanchi, ci si accorge che questi costoni sono terrosi, e non di roccia: una terra dura e compatta, ma comunque friabile.
Calanchi di Nivione Calanchi di Nivione
Calanchi di Nivione
Dai calanchi si può proseguire in pochi minunti fino a Fontana di Nivione, a Nivione stessa e alla Casa del Partigiano, rifugio dei partigiani durante la seconda guerra mondiale che dà il nome al Sentiero dei Partigiani.

Il ritorno può avvenire sullo stesso percorso se avete l'auto a Ponte Crenna; altrimenti, per arrivare a Varzi, dopo Casa Bertella potete proseguire prima su sterrato e poi sulla strada asfaltata per Varzi (poco trafficata).
Castagne vicino a Varzi Campi vicino a Varzi
Castagne e alberi da frutta lungo il sentiero
A ottobre potete scroccare qualche noce e raccogliere delle castagne lungo l'itinerario.
La passeggiata è molto tranquilla e in tre ore potete fare tutto, a meno di deviazioni. I paesaggi sono rilassanti e se non fosse per i Calanchi di Nivione sarebbe una escursione tutt'altro che memorabile. I calanchi rendono però questa gita una delle più sorprendenti in questa parte di Appennino.

Se vi piacciono le attività all'aria aperta e i viaggi avventurosi o se volete trovare altre foto di questa e altre destinazioni, oltre che consigli e nuovi itinerari, visitate la nostra pagina FB e mettete mi piace:

Contatta info@wildtrips.net per domande su un itinerario, suggerimenti su un diario di viaggio, collaborazioni o per organizzare gite in mare in Liguria.
Mappa del sito - Privacy