Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Metti mi piace alla pagina FB di Wild Trips. I pazzi che hanno speso notti insonni per creare il sito te ne saranno grati! (E riceverai aggiornamenti, consigli di viaggio e foto)

Dal Garda a Cima Comer

Un sentiero panoramicissimo e l'eremo San Valentino
Itinerari di viaggio, escursionismo, kayak e vela in Italia e nel mondo

Rispetto ai tanti panoramici itinerari escursionistici sul lago di Garda, il sentiero che da Sasso di Gargnano porta alla Cima Comer ha qualcosa di speciale. Anzitutto, passa dall'eremo di San Valentino, e ditemi voi se è poco.

Eremo di San Valentino, Gargnano, lago di Garda
L'eremo di San Valentino, sopra Gargnano, in posizione panoramica sul lago di Garda
Poi, è situato a metà della sponda occidentale del lago, il che lo rende più comodo per chi arriva dalla pianura. Infine, può essere affrontato sia nella variante più semplice di camminata nel bosco sia in quella più avventurosa di ripida salita tra le rocce. Insomma, se cercate un bel trekking panoramico sul lago di Garda, il sentiero per la Cima Comer dev'essere tra i primi della lista.
Gargnano, lago di Garda
Vista panoramica di Gargnano e del lago di Garda
Gargnano è uno dei tanti caratteristici paesini sul lago di Garda. Da qui parte il sentiero per Sasso, ma anche una strada asfaltata che vi consente di arrivare a Sasso di Gargnano (e alla partenza del sentiero che ci interessa) senza faticare. Potete parcheggiare all'inizio del paese.
Sasso di Gargnano, lago di Garda
Sasso di Gargnano e la sua chiesa: questa è la vista dal parcheggio delle auto
Ci s'inoltra a piedi nel vicolo tra le case in pietra di Sasso di Gargnano (che è a quota 550) e, seguendo il segnavia bianco e rosso, si arriva presto al sentiero vero e proprio, che inizialmente costeggia degli uliveti e degli alberi da frutta con un bel panorama del lago di Garda alle spalle.
Alberi sul lago di Garda
Primi panorami sul lago di Garda all'inizio del sentiero

Il sentiero inizia a salire senza presentare difficoltà e i bei panorami si susseguono. A un certo punto, i cartelli a un bivio indicano la Cima Comer a sinistra e l'eremo di San Valentino a destra, distante appena 10 minuti. Dirigersi verso l'eremo è un'ottima idea. Un breve tratto di discesa nel bosco, un paio di rocce un po' scomode sul sentiero (niente di che!), quindi si risale fino a una porticina in legno. Si apre la simpatica porta e delle scale nel bosco portano all'eremo.
Eremo di San Valentino
L'eremo di San Valentino a quota 772 metri sul mare
In una natura selvaggia di rocce e fitta vegetazione, questa costruzione su cui incombe la parete strapiombante è davvero sorprendente. Dà un senso di pace, ordine e spiritualità, ed è pure un ottimo punto per sfondarsi di pane e salame (c'è anche la griglia, se avete il necessario per cucinare).
Eremo di San Valentino
Dall'eremo di San Valentino si ha anche una bella vista panoramica sul lago di Garda
Guardando l'eremo, sulla destra un sentiero si inerpica verso la Cima Comer. Lasciata la pacifica terrazza sul lago, si sale così lungo l'aspra montagna. Questa parte dell'itinerario non è semplicissima (è classificata EE - Escursionisti Esperti - e presenta delle funi metalliche per aiutare la salita). C'è anche il rischio di caduta pietre. Insomma, alcuni preferiscono tornare al bivio prima descritto e poi camminare verso la Cima Comer passando per il più semplice bosco.
Sentiero Cima Comer
I sentieri a picco regalano bei panorami!

Bisogna però anche dire che il tratto difficile ed esposto a eventuali scariche è molto breve, quindi se non c'è un gruppone di gente davanti a voi che faccia cadere di tutto, e se siete camminatori abili e rapidi, il rischio vero e proprio è molto basso.
Insomma, noi non esitammo a intraprendere la ripida e divertente salita tra le rocce e in fretta raggiungemmo il sentiero principale. Qui una terrazza naturale sul lago offre un fantastico panorama.
Il pulpito sul lago di Garda Il pulpito sul lago di Garda
Vista dal pulpito sul lago di Garda
Da qui, il sentiero continua verso la Cima Comer alternando camminate nel bosco a punti panoramici sempre affascinanti. Un periodo ideale per questo itinerario escursionistico è l'autunno, grazie ai vivaci colori delle foglie.
Sentiero Cima Comer
I colori autunnali del sentiero per Cima Comer

La vetta della Cima Comer è a 1279 metri di quota e dà una splendida visione di gran parte del Lago di Garda (rimane nascosta solo la parte più a nord). Il tempo di percorrenza da Sasso di Gargnano è di circa due ore, senza contare il tempo dedicato a godersi l'eremo di San Valentino.
Panorama da Cima Comer Panorama da Cima Comer
Panorama da Cima Comer

La discesa può avvenire sul percorso dell'andata (evitando solo il passaggio dall'eremo), oppure nell'interno, procedendo nel bosco in direzione Briano. Questa opzione è meno panoramica e leggermente più lunga, ma consente di percorrere un nuovo sentiero in mezzo ai castagni, concludendo così un itinerario ad anello. Merita soprattutto d'autunno, per i colori.
Sentiero Cima Comer
Vista dal sentiero nel bosco che scende da Cima Comer
A Sasso di Gargnano si conclude così una camminata davvero fantastica!
Se vi piacciono le attività all'aria aperta e i viaggi avventurosi o se volete trovare altre foto di questa e altre destinazioni, oltre che consigli e nuovi itinerari, visitate la nostra pagina FB e mettete mi piace:

Contatta info@wildtrips.net per domande su un itinerario, suggerimenti su un diario di viaggio, collaborazioni o per organizzare gite in mare in Liguria.
Mappa del sito - Privacy